INFLUENCER MARKETING

Istruzioni per l’uso

L’utilizzo di influencer all’interno della campagne marketing aziendali sta crescendo sempre di più. Nel 2020 questo tipo di industria vale circa 9,7 miliardi di dollari un aumento notevole se pensiamo che nel 2016 il valore si aggirava intorno a 1,7 miliardi di dollari.

Da un lato il successo crescente delle piattaforme social che, ormai, sono presenti su qualsiasi dispositivo mobile, dall’altro la nascita di personaggi che, sfruttando al meglio queste piattaforme, hanno saputo crearsi un pubblico sempre più rilevante e fidelizzato.

Secondo alcune statistiche, l’82% dei consumatori è più propenso a seguire consigli e raccomandazioni fatte da un influencer.

Da questa crescente notorietà i brand e gli esperti di marketing hanno iniziato a inserire gli influencer all’interno del marketing mix della loro comunicazione.

QUALI CATEGORIE ESISTONO?

Eisitono molte tipologie di influencer che si diversificano per numero di seguaci o per modo di comunicare:

Mega influencer

I mega influencer sono celebrità molto conosciute in tutto il mondo o personaggi pubblici di un certo rilievo. Generalmente, i loro profili hanno milioni di follower e i brand che possono permettersi delle collaborazioni per delle campagne sono già aziende leader nei loro mercati di riferimento.

Macro influencer

I macro influencer sono blogger, instagrammer, youtuber, ecc. diventati professionisti affermati nel loro settore. Hanno tra i 100 e 500 mila follower. I contenuti che creano e condividono sono di qualità elevata data la loro passione per quel determinato argomento o settore in cui operano. Il loro pubblico è cresciuto nel tempo e spontaneamente per il modo che hanno di comunicare e interagire con loro.

Micro influencer

I micro influencer sono invece seguiti da un minimo di 10 e un massimo di 100mila follower. Godono di un buon seguito in nicchie specifiche di mercato grazie al fatto che le interazioni da parte dei follower sono maggiormente gestibili con spontaneità e naturalezza dato che comunicano le proprie passioni senza una strategia di marketing.

Nano influencer

I nano influencer sono utenti che hanno profili seguiti da un minimo di 1.000 ad un massimo di 10.000 seguaci. Hanno il vantaggio di gestire profili con altissimi tassi di coinvolgimento riuscendo a raggiungere una percentuale di follower molto alta. Anche i nano influencer si concentrano su nicchie di mercato specifiche, spesso prive di veri e propri leader di settore, rendendoli di fatto gli unici punti di riferimento.

CHI SONO I PREFERITI?

CHI SONO I PREFERITI?

Tra i preferiti ci sono i micro influencer, personaggi con numeri di follower non molto elevati ma che godono di un tasso di coinvolgimento molto alto. Questo è dovuto al fatto che l’influencer è attivo all’interno della sua community, riesce a dialogare e a far sentire coinvolto e apprezzato chi lo segue. Agli occhi del suo pubblico appare perciò una figura trasparente, credibile e genuina e questa è sicuramente una delle ragioni per la quale le grandi aziende hanno aumentato le collaborazioni con i micro influencer del 300% rispetto al 2016, oltre al fatto di poterli utilizzare come mezzo di penetrazione nelle nicchie in cui difficilmente il brand riuscirebbe ad accedere con la normale comunicazione, ma anche per i prezzi relativamente contenuti dell’operazione rispetto alle altre tipologie di influencer.

COME USARE L’INFLUENCER MARKETING NEL TUO BUSINNESS

COME USARE L’INFLUENCER MARKETING NEL TUO BUSINNESS

  1. Scegliere le giuste piattaforme di social media su cui lavorare e che possono rappresentare al meglio il tuo brand.
  2. Creare delle linee guida del brand brand che l’influencer deve seguire in modo che possano comunicare correttamente i valori del marchio e la visione dell’azienda.
  3. Trovare gli influencer giusti partendo dall’individuazione della tipologia ( Mega, macro, micro e nano). Per trovarli utilizza hastag o parole chiave necessari e, scorrendo i post, potrai trovare i profili da candidare per la tua attività.
  4. Contattare gli influencer tramite messaggio diretto oppure tramite i contatti scritti nella loro biografia all’interno del loro profilo.
  5. Seguire la campagna per verificarne l’efficacia e i risultati che sta ottenendo
  6. Analizzare il risultato finale per vedere se i risultati prefissati sono stati raggiunti e quali benefici ha portato al brand.
Sei incuriosito da questo strumento?
Scrivici a info@flymark.eu per avere la possibilità stabilire la giusta strategia per il tuo business e volare con la tua azienda!